Giovedì, 17 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Stalker seriale arrestata dai carabinieri

stalker seriale, Messina, Archivio
stalking

Non aveva preso bene la separazione dall’ex fidanzato, chef di un noto ristorante cittadino. Una storia apparentemente come tante, di due persone che si lasciano dopo aver trascorso momenti indimenticabili. La scelta dell’uomo di troncare la relazione ha, però, creato affetti devastanti sulla psiche della 22enne, incapace di accettare questa scelta unilaterale. La giovane fu arrestata dai carabinieri per aver molestato il suo ex, la prima volta, nello scorso mese di aprile. In quell’occasione le fu contestato il fatto di aver tempestato l’uomo con messaggi e telefonate, oltre 1000 secondo i riscontri investigativi, arrivando perfino a lasciare frasi offensive sui muri dell’appartamento dell’uomo. Gli arresti domiciliari non l’hanno, però, indotta alla riflessione, quanto piuttosto acuito il suo malcontento. Dopo aver trascorso l’estate rimuginando sulla storia d’amore conclusa ed essere tornata libera, ha ripreso a perseguitare l’uomo, con maggiore vigore, ricorrendo a tutti gli espedienti possibili e immaginabili. Non contenta di sms e chiamate al cellulare, ha cominciato ad appostarsi sotto casa dello chef,  controllandolo, praticamente, in tutti i suoi spostamenti. Una vita d’inferno per l’uomo, più grande di lei di una decina d’anni, obbligato a cambiare le sue abitudini di vita. Fastidio avvertito soprattutto sul luogo di lavoro, dal momento che la 22enne si avvicinava ai colleghi dell’uomo, costretto, pertanto a denunciare, nuovamente,  la donna ai carabinieri della stazione di Messina Arcivescovado. I militari dell’arma intervenuti prontamente hanno potuto appurare le molestie, fermando la giovane fuori dal ristorante dopo che la stessa aveva cominciato a gettare pezzettini di carta davanti all’ingresso per importunare una cameriera intenta a pulire e rea di non averla fatta accedere  all’interno del locale. Oggi il nuovo capitolo che, si spera, possa essere l’ultimo di  questa tormentata storia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X