Martedì, 18 Settembre 2018
MESSINA

Colpi di pistola a Gazzi, trovato il motorino
usato dagli attentatori

 C’è un’importante svolta investigativa sul caso dei cinque colpi di pistola sparati ad altezza d’uomo, nel rione Gazzi, il pomeriggio del 21 novembre. Gli agenti della Squadra mobile, coordinati dal dirigente Giuseppe Anzalone, hanno trovato il motorino che sarebbe stato usato dai due giovani travisati i quali hanno fatto esplodere la pioggia di fuoco, calibro 7,65, in direzione dell’enoteca “La Spagnola”. Non si tratterebbe di uno scooter rubato per mettere in atto la pericolosissima intimidazione in un’area urbana popolosa, ma di un motorino in uso ad uno dei due attentatori. Il che stringe il cerchio attorno alla sua identità sebbene alla stessa, come a quella del suo complice, non sia stato possibile risalire dall’esame dei filmati raccolti dalle molteplici telecamere in funzione nella zona. Queste fanno vedere due giovani, i volti occultati da caschi, che fuggono a tutto gas dopo la tempesta di spari. Ma il volto è celato. Le indagini però proseguono, su vari fronti, con il supporto della sezione scientifica, e potrebbero portare presto a sviluppi ancora più rilevanti. Quasi decisivi.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook