Sabato, 20 Ottobre 2018
MESSINA

Porto di Tremestieri
"Misero fallimento
e spreco di denaro"

Non si placano le polemiche sull'insabbiamento del porto di Tremestieri dopo l'ennesima sciroccata. L'Orsa punta l'indice contro il sindaco Accorinti e gli assessori Cucinotta e Cacciola: "La soluzione miracolosa, pagata con soldi pubblici, che doveva impedire l’insabbiamento dell’approdo di emergenza di Tremestieri, è mestamente fallita alla prima mareggiata dell’anno. Il semplice esordio invernale  - aggiunge l'Orsa - ha vanificato la “tolleranza zero” contro i tir, alla luce dei fatti si registra solo la tolleranza zero contro il traghettamento pubblico e il diritto alla mobilità nello Stretto, abilmente sfruttata da Catania che in tempi da record si è organizzata per intercettare l’attività produttiva snobbata dalla Messina sprecona, appiattita su progetti fantasiosi, quanto presuntuosi, di città futuristica in totale assenza di elaborazioni credibili e nuove infrastrutture adatte a sostituire quelle esistenti". E ancora: "Gli eventi metereologici di routine non bastano a giustificare una situazione che da anni si trascina con risvolti politici, economici e di gestione del potere che va oltre il “semplice” traghettamento, Tremestieri è un progetto nato male, una eterna incompiuta che ha consentito ai padroni della rada San Francesco di rafforzare il monopolio del traghettamento e proseguire il viavai di mezzi pesanti con la complicità della politica vecchia e nuova, cosciente o incosciente. Dopo l’ennesima figura barbina, in alternativa a responsabili dimissioni, dovreste abbandonare l’autoreferenzialità che vi caratterizza e fare scelte coraggiose avvalendovi del contributo competente proveniente dal basso. A dispetto delle aspettative di cambiamento, la nuova classe dirigente ha permesso che tutto rimanesse uguale, forse peggio". 

Critiche anche dal consigliere comunale Santi Zuccarello: "Mi piace ricordare che appena lo scorso mese di luglio, insieme alla collega Donatella Sindoni, ho presentato una delibera che poneva tra le questioni da affrontare proprio le criticità dell’invasatura ed il fatto che siano stati necessari ben 3 anni per arrivare alla consegna dei lavori. Al momento quella delibera con la richiesta d’istituzione di una commissione d’inchiesta su Tremestieri è l’unico atto ufficiale portato sia all’attenzione del Consiglio comunale che dell’amministrazione. Spiace dirlo ma a quanto pare in questi mesi non si è insabbiata solo l’invasatura di Tremestieri. Non volevamo essere facili Cassandre ma quella delibera è stata ignorata dal Consiglio comunale, che ha preferito arroccarsi in posizioni anti-accorintiane senza guardare oltre il proprio naso, e dalla stessa amministrazione, impegnata in una lotta anti-tir necessaria,ma limitata ad un solo aspetto della problematica. Quella richiesta d’istituzione di una Commissione d’inchiesta, tra tanti silenzi, è oggi una voce che potrebbe essere ascoltata alla luce di quanto accaduto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X