Lunedì, 21 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
SUL TRENO

Controllore chiede il biglietto e viene accoltellato

accoltellato treno, Messina, Archivio
treno in corsa

Adesso è davvero emergenza. UN altro controllore accoltellato nel giro di pochi giorni dopo il verificatore dell’Atm. Questa volta è toccato ad un dipendente di Trenitalia che ora si trova ricoverato all’ospedale Fogliani di Milazzo. Fortunatamente le sue condizioni non sono gravi.  E’ accaduto stamattina sul locale Messina - Milazzo delle 10,15.

In prossimità della stazione di Spadafora, Riccardo Caristi questo il nome del controllore, ha chiesto a due stranieri, forse di nazionalità rumena, di mostrargli il biglietto. Nessuno dei due però aveva il titolo di viaggio e così il controllore li ha invitati a scendere alla prima fermata, cioè alla stazione di Spadafora. Ma proprio mentre il treno stava rallentando in prossimità della fermata uno dei due ha estratto un coltello ed ha colpito il ferroviere ad una spalla. I due stranieri sono fuggiti mentre Caristi, fra l’altro segretario provinciale dell’Orsa ferrovia, è stato soccorso da alcuni viaggiatori. L’uomo è stato trasportato all’ospedale di Milazzo dov’è stato medicato. Le sue condizioni non sono gravi ma resta la drammaticità del gesto. Sulla vicenda indagano i Carabinieri che sarebbero già sulle tracce dei due aggressori. A Milazzo si è recato anche il segretario generale dell’Orsa Trasporti Michele Barresi che oltre a condannare il gesto ha sottolineato il ripetersi di episodi di violenza ai danni di operatori del settore trasporti. La settimana scorsa era toccato ad un verificatori dell’Atm essere aggredito e malmenato su un autobus. “Abbiamo superato il livello di guardia –ha detto Barresi- bisogna intervenire al più presto prima che accada l’irreparabile”. L’Orsa nei giorni  sorsi ha chiesto che maggior protezione per autisti, ausiliari della sosta o verificatori.  Occorre –secondo il sindacato- predisporre personale addetto alla  salvaguardia del patrimonio aziendale ed alla tutela dei dipendenti nello svolgimento del proprio servizio ed in collaborazione con le Forze dell’Ordine nelle attività di prevenzione dei reati. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X