Lunedì, 10 Dicembre 2018
MESSINA

Cimiteri: appalti
per 1,6 milioni

 Non è solo una “ripulitura” momentanea quella che il Dipartimento Cimiteri, guidato dall’ing. Domenico Manna, sta portando avanti in queste settimane. Parallelamente alla campagna di trasparenza informativa, illustrata martedì scorso dall’assessore Daniele Ialacqua, gli uffici comunali stanno infatti conducendo una delicata e complessa strategia globale volta ad incrementare gli spazi e a restituire decoro ai diciassette cimiteri cittadini. In corso di espletamento ci sono diverse gare: tre quelle finalizzate a creare nuovi posti, e in particolare i due lotti da 330.000 euro e 240 loculi ciascuno nel cimitero di S. Stefano Briga, e un’altra che costituisce un’assoluta novità, e cioè la collocazione in tutti i cimiteri di strutture prefabbricate per 260 loculi complessivi, con l’investimento di quasi 500.000 euro. Sarà invece espletata il 12 novembre prossimo l’importante gara, anche qui lo stanziamento è di mezzo milione di euro, finalizzata alla manutenzione del verde al Gran Camposanto e nei cimiteri suburbani di Granatari, Pace, Larderia e Castanea. Il 29 ottobre è invece fissato un altro rilevante appuntamento: la scadenza dei termini per le offerte nell’ambito del project financing da ben 7,7 milioni di euro per la progettazione ed esecuzione dei lavori di ampliamento e gestione del cimitero di Faro Superiore. I risultati di questo articolato programma d’investimenti si vedranno nei prossimi mesi, intanto però, come accennavamo, il Dipartimento guidato con passione dall’ing. Manna – quotidianamente impegnato anche su altro delicato fronte, e cioè l’Atm che regge nelle vesti di commissario straordinario – ha anche avviato diversi interventi mirati ad assicurare migliori servizi in vista dell’atteso appuntamento con la Commemorazione dei Defunti, ricorrenza nella quale fatalmente tutti i “nodi” della gestione dei servizi cimiteriali vengono al pettine. E dunque, in cima alla lista, oltre all’assegnazione di incarichi per la pulizia e la scerbatura volti a restituire decoro genera- le, va evidenziato l’impegno finalizzato a ridare dignità al deposito, delle cui inaccettabili passate condizioni di sovraffollamento più volte s’è scritto: le salme sono passate da oltre 400 a 300, ma soprattutto sono stati creati nuovi 150 spazi grazie a scaffalature metalliche. Con la disponibilità di cento celle, a seguito della rifunzionalizzazione di una struttura del Gran Camposanto con concessioni scadute, il numero delle bare in attesa scenderà stabilmente, si assicura, a non più di 200. Sempre al deposito, inoltre, sono stati eseguiti interventi urgenti per il ripristino dell’impermeabilizzazione mentre entro la prossima settimana verranno attivati i servizi igienici per l’u- tenza. Riaperto già da tempo, inoltre, l’Avello 5000 dopo lunghi e laboriosi interventi di ripristino delle condizioni di sicurezza. Intanto, come spiega ancora Manna, prosegue in maniera costante l’attività dell’impianto di cremazione, dove sono state già trattate ben 240 salme da giugno ad oggi. Si punta adesso, lanciando a regime l’attività del sito web cimiterimessina.it, alla prenotazione on line del servizio, che è l’unico da Salerno in giù.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X