Venerdì, 21 Settembre 2018
MESSINA

Signorino minaccia
il default

signorino, Messina, Archivio
accorinti+signorino

“Nessun riferimento alla legittimità dell’operato dei consiglieri, ma soltanto preoccupazione istituzionale sul fatto che le frizioni nelle dinamiche dell’aula possano mettere a repentaglio il percorso di risanamento dell’Ente.” Sa tanto di  doccia fredda, anche perché arriva dopo un po’ di giorni,  la risposta  del vice sindaco Guido Signorino al presidente del consiglio comunale Emilia Barrile,  che invece aveva suggerito di moderare i toni. A provocare l’avvio della corrispondenza epistolare era stata  la famigerata bocciatura della cosiddetta delibera Salva Ato e quindi i successivi commenti dell’assessore al Bilancio  sul comportamento dei consiglieri, soprattutto di quelli del Pd. Oggi Signorino rilancia con una nuova lettera che è destinata a far molto discutere l’aula e in cui, sostanzialmente, ribadisce il proprio disappunto per il mancato riconoscimento da parte del consesso (fra l’altro con una presenza in aula molto risicata)  dei debiti fuori bilancio e quindi per la consequenziale perdita della possibilità di accesso ad un mutuo da 9milioni di euro.  Della lunga nota ciò che ha fatto infuriare  maggiormente  la  presidente è stato  il capoverso in cui  Signorino, che esprime  preoccupazione sul fatto che frizioni d’aula e una bassa presenza di consiglieri  possano implicare il blocco dell’attività deliberativa, dichiara  che ciò potrebbe far franare l’intero percorso di risanamento finanziario  dell’ente attivando una reazione a catena di azioni di rivalsa da parte dei creditori. In tal caso- si legge testualmente- prima ancora delle azioni esecutive sarei pronto- dice il vicesindaco- a dichiarare un default causato non tanto dalla mancanza di risorse,  quanto dall’impossibilità di gestire i rapporti con i creditori. 

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X