Domenica, 23 Settembre 2018
MESSINA

Folgorato da scarica, disabile in gravi condizioni

disabile folgorato, Messina, Archivio

Lotta tra la vita e la morte su un letto della Rianimazione dell’ospedale Piemonte S. R, 47 anni, uno dei disabili più ben voluti del Centro diurno gestito dall’Anffass nella storica sede di Giostra-Ritiro. Un rogo terribile, forse originato da una scarica elettrica, ma di provenienza ancora incerta, quasi misteriosa, ha avviluppato il suo corpo in una morsa. L’uomo è stato soccorso da alcuni operatori della struttura e poi da un’ambulanza del 118, intubato e trasportato al Papardo, laddove le sue condizioni sono apparse subito critiche data la presenza di ustioni su quasi l’80 per cento della superficie corporea. Al Papardo S. R. ha anche subito un arresto cardiaco ma i sanitari sono riusciti a rianimarlo. Non è mancata, però, un’ulteriore odissea. L’uomo, pur in condizioni così gravi da rendere impossibile uno spostamento al Centro grandi ustionati di Catania, è stato trasferito con un’altra ambulanza al Piemonte a causa dell’indisponibilità, al Papardo, di posti liberi in Rianimazione. Nell’analogo reparto di viale Europa l’equipe di Rinaminazione diretta dal primario Giuseppe Luppino sta facendo di tutto per salvargli la vita. Rimane, intanto, l’incertezza sull’origine delle ustioni. Se la scarica elettrica resta l’ipotesi più probabile, vista la presenza di un foro d’entrata in un piede del quarantasettenne, non può nemmeno escludersi un’altra ipotesi, quella che il sigaro che l’uomo stava fumando abbia potuto appiccare una fiammata con il concorso di un indumento. Di quei vestiti rimasti quasi interamente carbonizzati.

Ulteriori dettagli li trovate sul nostro giornale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X