Martedì, 25 Settembre 2018
MESSINA

Bluferries, una deroga potrebbe far contenti tutti

Le novità positive sono emerse dopo l’incontro che i rappresentanti dell’orsa hanno avuto a Palazzo Zanca con l’assessore alla mobilità Gaetano Cacciola.  Davanti al municipio i lavoratori di Bluferries e dell’indotto si erano ritrovati in mattinata  per rappresentare all’amministrazione la  problematica occupazionale e sociale derivante dall'abbandono del porto storico della società di navigazione pubblica. Abbandono deciso dai vertici di Bluferries a partire da ieri mattina poiché ritenuto anti economico per il solo trasporto di auto e passeggeri a seguito dell’ordinanza sindacale che vieta imbarco e sbarco dei Tir nello scalo del centro città. La concessione da parte di Palazzo zanca, di una deroga per l’attraversamento notturno nella fascia 21-07 anche ai mezzi pesanti diretti al porto storico, come quella concessa ai quelli diretti al molo Norimberga per imbarcarsi sulle autostrade del mare di Caronte&tourist, potrebbe convincere Bluferries a ripristinare la tratta. E da primi approcci avuti dai sindacati con gli armatori, la risposta sarebbe già positiva. Quindi, tir di notte, auto e passeggeri di giorno, da lunedì a domenica. Ma l’aspetto ancora più importante è quello occupazionale: la conferma della terza nave al porto storico, sommate alle due che operano stabilmente nell’approdo a sud dopo il ripristino del secondo scivolo, non solo scongiurerebbe la perdita di 30 posti di lavoro, ma, addirittura, offrirebbe la possibilità di altrettante assunzioni.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X