Sabato, 15 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Rifiuti a Pace
per altri 6 mesi

Con la nuova ordinanza, firmata a mezzogiorno dal sindaco Renato Accorinti, si dispone l’utilizzo della piattaforma di trasferenza dei rifiuti a Pace per altri sei mesi, nelle more di ottenere tutte le autorizzazioni richieste alla Regione. In realtà non tutte le prescrizioni sono state già rispettate da Messinambiente, che gestisce il sito, ma quanto verificato, durante  il sopralluogo di ieri, ha in qualche modo soddisfatto gli ispettori di Arpa , asp e provincia, tant’è che nel verbale hanno scritto che ciò che è stato riscontrato consente di affermare la sussistenza di minime garanzie di tutela dell’ambiente e della salute. Mancano però ancora le opere di  regimentazione idraulica delle acque meteoriche a monte dell’impianto e la copertura dell’area di deposito preliminare. Inoltre gli stessi tecnici hanno precisato  che, prima di utilizzare il trituratore per effettuare la riduzione volumetrica dei rifiuti, bisogna darne comunicazione agli enti di controllo e adottando le misure necessarie al  contenimento dell’ eventuale inquinamento acustico e da polveri. Ma è stata Messinambiente  a chiedere al sindaco l’emanazione della nuova ordinanza  per effettuare, nei casi strettamente necessari, il deposito dei rifiuti a terra, nell’apposito piazzale, in limitate quantità, per assicurare il regolare prosieguo delle attività di raccolta, trasbordo e trasporto in discarica. Una decisione questa  che ha già mosso il dissenso. Il capogruppo dei Dr ed ex assessore al ramo Elvira Amata, stamattina, in commissione ambiente, presieduta da Rita La Paglia, ha chiesto  all’assessore Daniele Ialacqua maggiori rassicurazioni sulla salvaguardia della salute pubblica e del territorio. E il consiglio della sesta circoscrizione, in una nota di fuoco, ha stigmatizzato l’operato dell’amministratore che in tutta questa vicenda non ha mai coinvolto i rappresentanti di tutti quei cittadini che per tutta l’estate hanno vissuto  barricati in casa a causa degli odori nauseabondi provenienti dalla piattaforma 

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X