Martedì, 25 Settembre 2018
MESSINA

L’incanto della Vara e la devozione a Maria

vara, Messina, Archivio

Anche ieri sera, in tanti si sono radunati ai piedi della “machina votiva”, pronta da giorni, nel cuore di piazza Castronovo, per vivere un momento di fede e raccoglimento, ed “aggrappar - si” a lei, alla Vara, ancora una volta. Come da anni, ormai, la sera che precede la tradizionale processione di Ferragosto che anima come non mai il cuore spesso rallentato della città, è dedicata alla preghiera. È stato l’arcivescovo Calogero La Piana ad officiare la celebrazione eucaristica, a cui hanno assistito tanti messinesi che ripongono nella Vergine le speranze di un presente e di un futuro migliori. Un palco ridotto rispetto agli altri anni, nessuna luminaria a rischiarare il buio della sera, ma uguale la passione con cui organizzatori e cittadini si sono apprestati a vivere uno dei momenti che caratterizza il Ferragosto messinese. In prima fila i componenti del comitato Vara e della commissione istituita dal Comune, l’assessore alla cultura Tonino Perna, che oggi parteciperà per la prima volta alla processione in veste “ufficiale”, i rappresentanti della V circoscrizione.  

Dopo la messa, come da tradizione, hanno sfilato nelle vie del centro Mata e Grifone, i padri fondatori di una città che con forza cerca di ritrovarsi, accompagnati dai gruppi folclorici. Fitto il programma della giornata odierna: alle 7.30, il montaggio delle gomene al “cippo” della Vara, alle 9, poi, risuoneranno i ventuno colpi di cannone dalla Stele della Madonna della Lettera, alle 11, al Duomo, il solenne pontificale, alle 17, il trasferimento del gonfalone della città e delle circoscrizioni dalla chiesa S. Maria di Porto Salvo dei Marinai a piazza Castronovo, con l’accompagna - mento del gruppo storico “Compagnia della Stella”e dei tamburinai di Monforte S. Giorgio; alle 18.30, partirà la processione della Vara da piazza Castronovo con fuochi pirotecnici e spari dei bigliettini da 10 cannoni, una sosta al Boccetta per la preghiera alla Patrona, poi a piazza Unione Europea per giochi pirotecnici, ed all’incrocio di piazza Duomocon via I Settembre, con l’intervento di mons. La Piana e poi l’arrivo a piazza Duomo. Alle 23, infine, i fuochi d’artificio dalla Stele della Madonnina.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X