Giovedì, 20 Settembre 2018
MESSINA

Anas dona casa
cantoniera al
centro neurolesi

Nove anni di gestione, per un progetto ambizioso e affascinante. Unico in Italia, presente solo in altri tre centri in Europa. Un sistema di realtà virtuale immersiva destinato alla riabilitazione e più in generale alla valutazione e al trattamento del movimento umano. Il centro di ricerca Neurolesi Bonino Pulejo lo realizzerà nella Casa Cantoniera Casazza grazie all’accordo firmato stamattina con l’Anas. La struttura è stata concessa all’istituto in gestione per i prossimi nove anni. Il neurolesi, che la utilizzava già come ufficio amministrativo, ora investirà su qualcosa di ancor più importante, per fare crescere ulteriormente una realtà che è già d’eccellenza, non solo nel nostro territorio. Sarà un vero e proprio laboratorio destinato all’attività clinica e alla ricerca scientifica.

La convenzione firmata stamattina nasce dalla volontà dell’Anas di sostenere il centro neurolesi. La logica è che – come ha spiegato il presidente dell'Anas Pietro Ciucci – molte patologie di natura neurologica sono causate purtroppo anche dagli incidenti stradali. Con questa nuova struttura, l’istituto potrà crescere ancora e offrire un servizio unico in tutto il territorio nazionale.

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook