Mercoledì, 16 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
SI È SPENTA A 77 ANNI

Quel cuore generoso
di Ester Rocco Calarco

ester calarco, Messina, Archivio

 

L'ultima salita, quella della malattia e della sofferenza, l'ha affrontata con la stessa forza, con la determinazione e la fede che l'hanno accompagnata in tutti i percorsi della sua esistenza. Ester Rocco Calarco, spentasi ieri a 77 anni, lascia una grande testimonianza: di vita, di generosità e amore per il prossimo. Donna forte, riservata, gioiosa, punto di riferimento per la sua famiglia, per la comunità parrocchiale di Ganzirri, per tutto quel mondo di volontariato e di impegno religioso che l'ha vista protagonista, fino agli ultimi giorni.
Sposatasi giovanissima con Nino Calarco, ne ha seguito passo dopo passo i momenti pi˘ significativi di una luminosa carriera, ma lo ha fatto sempre con discrezione, presenza silenziosa e preziosissima per colui che sarebbe diventato poi il direttore della Gazzetta del Sud, senatore della Repubblica, presidente della Fondazione Bonino Pulejo. Ha mantenuto la barra dritta, come un nocchiero in grado di superare ogni tempesta e in chi l'ha conosciuta ha lasciato l'impressione che non fosse mai cambiata, sempre con lo stesso entusiasmo e la freschezza di quando a 21 anni convolò a nozze.
Si Ë dedicata anima e corpo ai figli, Sanny e Duilio, poi alla "tribù" dei 5 nipoti arrivati nel tempo. Ma gran parte del suo impegno lo ha riversato anche in quegli atti concreti di solidarietà che erano parte integrante del suo progetto di vita. Da ministra straordinaria dell'eucarestia, Ë entrata nelle case di tanti ammalati, persone impossibilitate a recarsi in chiesa durante le funzioni domenicali, ed Ë stata loro vicina, con un gesto, una parola, un sorriso, un invito ad andare avanti. Sapeva farsi carico delle altrui sofferenze, come dimostrano gli anni trascorsi al Centro di ascolto della Caritas nella parrocchia di San Nicolò a Ganzirri. Negli ultimi tempi aveva intensificato, con la preghiera e le letture, il proprio percorso spirituale, accettando con cristiana pazienza il compimento del disegno di Dio su di lei. (l.d.)

L'ultima salita, quella della malattia e della sofferenza, l'ha affrontata con la stessa forza, con la determinazione e la fede che l'hanno accompagnata in tutti i percorsi della sua esistenza. Ester Rocco Calarco, spentasi ieri a 77 anni, lascia una grande testimonianza: di vita, di generosità e amore per il prossimo. Donna forte, riservata, gioiosa, punto di riferimento per la sua famiglia, per la comunità parrocchiale di Ganzirri, per tutto quel mondo di volontariato e di impegno religioso che l'ha vista protagonista, fino agli ultimi giorni.

Sposatasi giovanissima con Nino Calarco, ne ha seguito passo dopo passo i momenti più significativi di una luminosa carriera, ma lo ha fatto sempre con discrezione, presenza silenziosa e preziosissima per colui che sarebbe diventato poi il direttore della Gazzetta del Sud, senatore della Repubblica, presidente della Fondazione Bonino Pulejo. Ha mantenuto la barra dritta, come un nocchiero in grado di superare ogni tempesta e in chi l'ha conosciuta ha lasciato l'impressione che non fosse mai cambiata, sempre con lo stesso entusiasmo e la freschezza di quando a 21 anni convolò a nozze.

Si è dedicata anima e corpo ai figli, Sanny e Duilio, poi alla "tribù" dei 5 nipoti arrivati nel tempo. Ma gran parte del suo impegno lo ha riversato anche in quegli atti concreti di solidarietà che erano parte integrante del suo progetto di vita. Da ministra straordinaria dell'eucarestia, è entrata nelle case di tanti ammalati, persone impossibilitate a recarsi in chiesa durante le funzioni domenicali, ed è stata loro vicina, con un gesto, una parola, un sorriso, un invito ad andare avanti. Sapeva farsi carico delle altrui sofferenze, come dimostrano gli anni trascorsi al Centro di ascolto della Caritas nella parrocchia di San Nicolò a Ganzirri. Negli ultimi tempi aveva intensificato, con la preghiera e le letture, il proprio percorso spirituale, accettando con cristiana pazienza il compimento del disegno di Dio su di lei. (l.d.)

_______________________

Al presidente Nino Calarco, ai figli Sanny e Duilio, ai nipoti e ai parenti tutti le più sentite condoglianze della grande famiglia della Gazzetta del Sud.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X