Sabato, 20 Ottobre 2018
MESSINA

Morte del piccolo Francesco, rinvio a giudizio di un pediatra

francesco foti, Messina, Archivio

Sono trascorsi sette anni dalla morte del piccolo Francesco. Dopo la condanna di primo grado per  sette medici adesso gunge anche il rinvio a giudizio del pediatra Sergio Conti Nibali. L’accusa è di concorso in  omicidio colposo. Il processo inizierà il prossimo 26 novembre Conti Nibali davanti al giudice monocratico dopo il rinvio a giudizio deciso ieri dal gup Salvatore Mastroeni che ha ribaltato dunque una precedente richiesta di archiviazione già annullata dalla Corte di Cassazione. Un lungo iter giudiziario che ora porterà il pediatra Conti Nibali nelle aule di giustizia per rispondere di quel decesso. Francesco morì a causa di una peritonite ma i medici scoprirono in ritardo il grave problema e non si accorsero della perforazione intestinale risultata poi fatale.  Il piccolo risentì male a casa ma, nonostante l’insistenza dei genitori, il pediatra non ritenne opportuno visitarlo. E così la situazione si aggravò. Il bambino fu visitato al Policlinico e solo dopo Conti Nibali decise di vederlo. Ma Francesco continuò a star male e torno in ospedale dove il medico di guardia decise di consultare telefonicamente il pediatra. Secondo l’accusa Conti Nibali prospettò  al collega una situazione diversa da quella reale mettendolo fuori strada.

Per la morte di Francesco Foti sono stati condannati 7 medici con pene fra 2 anni e 2 mesi e 4 anni. Due le assoluzioni. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X