Lunedì, 21 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Ci sono i fondi per il parcheggio di Torre Faro

  Stavolta ci siamo. Forse. Perché ormai quando si tratta di progetti e di finanziamenti regionali, fare come San Tommaso è una sorta di obbligo. L’annuncio del neo assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Nico Torrisi –il sostituto del messinese Nino Bartolotta – è però di quelli che regalano un sorriso: dopo una verifica effettuata sulle economie realizzate su interventi già finanziati nel settore dello sviluppo urbano sostenibile, Palermo ha “sfornato” una torta da 60 milioni di euro, che verrà ripartita tra quaranta comuni. Tra questi, ed in particolare tra i cinque interventi per i centri superiori ai 30 mila abitanti per cui sono stati “ripesca - ti”i fondi, c’è il parcheggio a raso di Torre Faro. Una di quelle infrastrutture di cui si parla da anni (i primi “vagiti” risalgono al 1998) ma mai decollate. Proprio nella riunione di giovedì scorso la giunta Accorinti aveva approvato la richiesta di riattivazione del finanziamento ex Legge 122/89 (la famosa legge Tognoli) e di erogazione del finanziamento europeo Po Fesr 2007-2013 per il parcheggio a raso di Torre Faro. Nello stesso giorno, ecco l’annuncio di Torrisi. Che apre le porte, dunque, ai 3,6 milioni di euro necessari per realizzare il parcheggio da 500 posti. L’area è quella delle torri Morandi, di proprietà dell’Enel, a pochi passi da Capo Peloro.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X