Giovedì, 20 Settembre 2018
MESSINA

Incendiata l’auto del consulente che “indaga” sulle partecipate

auto bruciata, leonardo termini, Messina, Archivio

L'auto è stata incendiata nella tarda serata di venerdì, intorno alle 23-23.30. La sua Mercedes era parcheggiata in via Pascoli, poco distante dal suo studio di commercialista. Termini è un contabile, ma soprattutto da qualche mese è esperto a titolo gratuito del sindaco Accorinti. Che gli ha affidato un incarico niente male: “indagare” sui conti delle società partecipate. Di quelle società che hanno contribuito, e non poco, a creare voragini nelle casse comunali. E i cui bilanci non sempre hanno trovato corrispondenza con quelli della “casa madre”, il Comune. L’opera di Termini è partita da una delle azienda più “tormentate”, MessinAmbiente, la cui gestione contabile non a caso è finita sotto i riflettori della Procura, in un fascicolo aperto dal pm Roberta La Speme, in un’indagine coordinata dal procuratore aggiunto Sebastiano Ardita. «Prendo atto e basta. Cosa posso dire». Non trova molte parole, Leonardo Termini, per commentare quello che gli è accaduto.  Termini, sta quasi per chiudere il telefono poi aggiunge: «Certo, è una cosa violenta. Una cosa particolarmente violenta e brutta da vivere. Sulla dolosità del gesto c’è poco da dire. Per il resto...».    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook