Sabato, 03 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Incendiata l’auto del consulente che “indaga” sulle partecipate
MESSINA

Incendiata l’auto del consulente che “indaga” sulle partecipate

auto bruciata, leonardo termini, Messina, Archivio

L'auto è stata incendiata nella tarda serata di venerdì, intorno alle 23-23.30. La sua Mercedes era parcheggiata in via Pascoli, poco distante dal suo studio di commercialista. Termini è un contabile, ma soprattutto da qualche mese è esperto a titolo gratuito del sindaco Accorinti. Che gli ha affidato un incarico niente male: “indagare” sui conti delle società partecipate. Di quelle società che hanno contribuito, e non poco, a creare voragini nelle casse comunali. E i cui bilanci non sempre hanno trovato corrispondenza con quelli della “casa madre”, il Comune. L’opera di Termini è partita da una delle azienda più “tormentate”, MessinAmbiente, la cui gestione contabile non a caso è finita sotto i riflettori della Procura, in un fascicolo aperto dal pm Roberta La Speme, in un’indagine coordinata dal procuratore aggiunto Sebastiano Ardita. «Prendo atto e basta. Cosa posso dire». Non trova molte parole, Leonardo Termini, per commentare quello che gli è accaduto.  Termini, sta quasi per chiudere il telefono poi aggiunge: «Certo, è una cosa violenta. Una cosa particolarmente violenta e brutta da vivere. Sulla dolosità del gesto c’è poco da dire. Per il resto...».    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook