Martedì, 25 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il Comune di Messina ha 350 milioni di debiti
PALAZZO ZANCA

Il Comune di Messina
ha 350 milioni di debiti

«Gravissimi squilibri economico- finanziari». E poi «violazione di norme finalizzate a garantire la regolarità della gestione finanziaria ». E ancora una «condizione patologica di precarietà e di assoluta sciatteria che ha reso nulla la governance dell’ente». Sono pesantissime le parole utilizzate nella delibera della Corte dei conti depositata mercoledì e recapitata ieri a Palazzo Zanca. Ancor più pesante la mazzata conseguente inferta dai magistrati Maurizio Graffeo e Gioacchino Alessandro. I quali hanno disposto che il Comune «provveda alla sospensione dei programmi di spesa non obbligatori ed indispensabili fino alla concorrenza pari al disavanzo accertato al 31 dicembre 2012» e che «sia preclusa l’assunzione di impegni ed il pagamento di spese per servizi diversi da quelli dovuti per legge». Una stangata, formalmente legata al Consuntivo 2012 (anno di gestione Buzzanca-Croce) ma che riguarda l’intera gestione economico-finanziaria del Comune. E pone l’amministrazione Accorinti di fronte alla strada obbligata del rigore, già imposta negli anni scorsi a tutti i predecessori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook