Domenica, 23 Settembre 2018
MESSINA

Morto in Marocco, messinese verso il rientro

messinese morto in marocco, Messina, Archivio
foto gazzetta del sud

 

Oggi Fatima la ragazza marocchina di soli 23 anni rimasta vedova il mese scorso in un tragico evento è andata personalmente al Comune con la madre e il piccolo Giovanni per parlare con il sindaco o con chiunque le avesse dato informazioni. Giacomo il suo Giacomo, il ragazzone messinese 30 enne di Provinciale che le è stato accanto durante il lutto del padre e durante il viaggio in Marocco dove è stato tumulato, è morto solo dopo due giorni dalla cerimonia funebre. Era il 30 marzo, un infarto lo ha portato via ed ancora oggi il suo corpo non è potuto rientrare a Messina per essere seppellito. Una tragedia nella tragedia che ha gettato nello sconforto la giovanissima Fatima, uno scricciolo di 37 chili, ( ne ha persi 10 dopo questo tragico evento) e il suo piccolo di 3 anni che solo da qualche giorno ha saputo che il suo papà e il suo nonno sono volati in cielo. I soliti problemi burocratici alla base del blocco che oggi sembrano essere stati risolti grazie all’intervento congiunto dei due assessori, ai servizi sociali, Mantineo e ai cimiteri, Ialacqua. Adesso Fatima desidera avere una tomba dove pregare. Poi, non avendo lavoro, dovrà pensare a crescere il suo piccolo e ad andare avanti tirando tra le difficoltà di ogni giorno. Fatima abita con la mamma, vedova da un mese e le due sorelle di 19 e 13 anni. Attorno le si stringe la comunità messinese di provinciale. Chiunque volesse aiutarla può recarsi da don Terenzio Pastore nella chiesa di Provinciale che ha avviato una raccolta per il sostentamento della sfortunata famiglia. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X