Sabato, 15 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Arrestato uno degli scafisti dell'ultimo sbarco

Gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato uno degli scafisti che hanno trasferito su un barcone di legno i 270 migranti dalla costa della Libia sino alle acque internazionali dove sono stati soccorsi dalla nave mercantile “Robur” e trasferiti a Messina.

Si tratta del tunisino Grhouda Moem di 26 anni.  

         Secondo le indagini svolte dagli agenti della Squadra Mobile di Messina, l’imbarcazione con a bordo i migranti è stata condotta da un equipaggio, di cui alcuni componenti una volta giunti in acque internazionali hanno abbandonato il barcone, e si sono dileguati salendo a bordo di un’altra imbarcazione che fino a quel momento era stata trainata. L’altro membro dell’equipaggio, colui il quale che aveva pilotato il natante, si è invece confuso tra i migranti.

Il tunisino arrestato, su disposizione del Sostituto Procuratore Margherita Brunelli, è stato rinchiuso nel carcere di Gazzi. 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X