Lunedì, 17 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Disinnesco ordigno bellico
Operazione in corso - Live

09.58 - Spolette svitate, bomba innocua. Adesso le due spolette verranno fatte brillare sul posto. Nessuna paura, informa l'Esercito, si tratterà di "microesplosioni controllate" paragonabili ai botti di Capodanno

09.50 - Il ten. col dell'Esercito Angelo Vesto, addesto stampa della Brigata Aosta, conferma il piano A dell'operazione. Gli artificieri stanno ultimando le fasi dello svitamento della spoletta poi inizierà il trasferimento dell'ordigno in una cava di S. Margherita per farlo brillare. Tra poco si dovrebbe conoscere con esattezza quando la popolazione potrà rientrare a casa.

09.23 - PIANO A: IN TARDA MATTINATA CESSATO ALLARME E RITORNO ALLA NORMALITA'. TRA POCO I DETTAGLI

09.18 - LA BOMBA E' STATA TIRATA FUORI. Gli artificieri stanno lavorando per svitare la spoletta

08.51 - Trovato un terreno molto compatto intorno all'ordigno. Gli artificieri procedono con molta cautela gli scavi per arrivare alla spoletta e quindi riportare in superficie la bomba.

08.44 - Dal Centro operativo comunale di Protezione civile non viene segnalato fino al momento alcun problema in merito alle operazioni di sgombero e gestione delle persone che hanno dovuto lasciare le abitazioni

08.25 - Sono circa 50 le persone evacuate che hanno deciso di trascorrere questa prima parte della domenica nel centro di accoglienza allestito all'istituto Quasimodo

08.14 - INIZIATA OPERAZIONE DISINNESCO

08.06 - Appena arrivato sul posto il comandante del 4° Reggimento genio guastatori di Palermo, col. Bruno Pisciotta

08.02 - Si attende ancora il via per poter operare sull'ordigno, ancora un'auto trovata in un posto dove non poteva starci.

07.37 - INIZIATA LA FASE DI RICOGNIZIONE DELL'ORDIGNO CHE PRECEDE QUELLA DEL DISINNESCO

07.17 - Ancora qualche auto da prelevare col carro attrezzi nell'area interdetta prima del via alle operazioni di disinnesco

07.03 - Gli aritificieri del 4° Reggimento genio guastatori di Palermo entreranno in azione con qualche minuto di ritardo

06.45 - Si stanno concludendo le operazioni di sgombero della popolazione. Fino al momento nessun intoppo segnalato dalle forze dell'ordine. Solo qualche auto lasciata sulla via Taormina che è stato necessario rimuovere col carro attrezzi. Solo dopo l'evacuazione si potrà dare il via al disinnesco.

 

Dalle 7 di oggi sono vietati il transito veicolare e pedonale in via Pacuvio e nella carreggiata, lato monte, di via Taormina, per una fascia di larghezza di un metro e per un tratto di 35 metri di lunghezza. Fino alle 20 vigerà il divieto di sosta, con rimozione coatta, su entrambi i lati della via Consolare Valeria, bretelle a nord di viale Gazzi, nei tratti compresi tra T. Melchiorre e viale Gazzi e tra viale Gazzi e via Taormina; in via Vecchia Comunale, tra le vie Oreto e C. Valeria; in via Bonino, tra via Oreto e viale Gazzi; in via Taormina, tra viale Gazzi e via Consolare Valeria; in via Corbino Orso, tra le vie Oreto e Fermi; in via Acireale, tra le vie Pacinotti e Oreto; in via Oreto, tra le vie Vecchia Comunale e Acireale; nel viale Gazzi, tra le vie Bonino e Ammannato; in via Fermi, tra le vie Bonino e Acireale; nella piazza Virgilio e su entrambi i lati di via Catullo.

IL POLICLINICO sarà attivo solo per i codici rossi ed i casi di imminente pericolo di vita. Per il resto, due ambulanze saranno fisse all’ingresso lato monte dell’ospedale, altre tre saranno invece al Quasimodo. Una postazione medica, con due ambulanze, verrà “installata” a Minissale, nei pressi della caserma Ainis, confine sud del quadrilatero della zona rossa, un’altra supplementare è prevista a Tremestieri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X