Mercoledì, 19 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Messina-Sorrento tifosi in Metroferrovia

metrofferovia, ordigno, Messina, Archivio
metroferrovia messina

Bomba o non bomba la partita del s'ha da fare ed allora è meglio cercare di creare il minor numero di disagi possibili a tutti.

La riunione di questa mattina in Prefettura è servita a definire un piano viario alternativo in vista della gara del S.Filippo che richiamerà non meno di 7000 persone allo stadio.

Il passaggio dei tifosi dalla zona nord e centro della città a quella sud avrebbe, per via delle operazioni di disinnesco della bomba,  come unico asse viario la tangenziale.

Un imbuto che, anche per via, in entrata,  del passaggio obbligato dal Cep, rischia di mandare in tilt la viabilità.

Allora dalla Prefettura ecco varata l’alternativa che chiamerà in causa anche la linea ferrata. Trovato l’accordo per l’utilizzo del servizio Metroferrovia che dalla Stazione Centrale porterà i tifosi sino alla stazione di Contesse dove ad attenderli ci saranno i mezzi dell’Atm. Una volta saliti sui bus i supporter giallorossi saranno accompagnati sino allo stadio.

Stesso discorso, ovviamente, al ritorno dove però la criticità è l’uscita contemporanea del pubblico al termine della partita.

Prefettura e Palazzo Zanca sconsigliano l’uso delle auto private. Piuttosto di lasciare le macchine nei posteggi liberi intorno alla Stazione e di utilizzare la Metroferrovia.

Alla Società è stato chiesto di mettere a disposizione degli steward che accompagnino sui mezzi i tifosi.

Nell’area off limits della bomba di Via Taormina ricade anche il Policlinico che ha attivato una serie di misure  di prevenzione utili a ridurre al minimo le presenze all’interno del nosocomio.   Da domani e sino a lunedì mattina sono sospesi i ricoveri e gli interventi programmati . Durante le operazioni di disinnesco potranno essere   trasportati al policlinico solo pazienti in emergenza, con codice rosso, ed in imminente pericolo di vita.

L’unico varco aperto sarà quello lato monte di Viale Gazzi e le visite dei parenti ai degenti saranno ammesse solo sino alle 20 di sabato sera

Vista la riduzione della operatività del pronto soccorso, diramata una comunicazione di allerta a tutti gli ospedali provinciali e al 118.

Sempre l’ingresso del varco lato monte sarà, presidiato da un punto medico avanzato per una prima analisi dei casi più gravi. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X