Lunedì, 10 Dicembre 2018
MESSINA

Porto e Stretto, a
Roma ci si gioca tutto

porto e autorità portuale, Messina, Archivio

  Ieri, di prima mattina si è tenuto al Comune un incontro molto riservato tra il sindaco Renato Accorinti e il deputato messinese Enzo Garofalo, che con altri parlamentari italiani è stato chiamato da Lupi a far parte del “gruppo di lavoro”che affianca i tecnici preposti alla riforma. L’ex presidente dell’Au - thority tra il 2003 e il 2007, il quale ha sottolineato «che si batterà sino all’ultimo perché l’area dello Stretto abbia tutta la centralità che le spetta, altrimenti non esiterebbe ad assumere una posizione nettamente contraria alla riforma» ha fornito al primo cittadino una relazione di nove pagine fitta di dati sul sistema portuale di Messina e Milazzo che s’interfaccia naturalmente con i porti di Reggio e Villa San Giovanni». L’obiettivo del sindaco Accorinti è quello d’incontrare al più presto sia il ministro Lupi che il presidente Renzi, passando anche da un colloquio mirato con il governatore del Friuli, Debora Serracchiani, responsabile Infrastrutture dei Dem che ha già predisposto un disegno di legge alternativo alla riforma Lupi. Che è finalizzato proprio ad evitare un immotivato declassamento di grandi realtà portuali italiane.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X