Lunedì, 10 Dicembre 2018
MESSINA

Violentata in un garage
e minacciata di morte

  La zona sud della città torna a far parlare di sé per un fatto gravissimo, almeno stando alla versione dei denuncianti. Culminato nell’arresto di un ventitreenne, a cui i militari della Compagnia Messina Sud hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Pesantissime le accuse che pendono sul capo del ragazzo: atti persecutori, violenza sessuale aggravata, sequestro di persona, maltrattamenti e minaccia nei confronti dell’ex fidanzata. La vittima ha raccontato che il suo boyfriend non aveva accettato la chiusura di una storia che comunque procedeva tra alti (pochi) e bassi (molti). Non si era rassegnato, passando al contrattacco. Aveva iniziato a molestare la diciassettenne per strada ogni volta che la incontrava, determinando in lei e nei componenti del suo nucleo familiare un perdurante stato di ansia. La vittima, inoltre, era stata costretta a modificare le proprie abitudini di vita, pur di non imbattersi nell’ex. In una particolare circostanza, il giovane aveva costretto la minorenne a salire sulla propria automobile, obbligandola ad un rapporto sessuale completo all’interno di un garage e minacciandola di morte, qualora avesse raccontato a qualcuno della violenza subita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X