Martedì, 22 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Rete ospedaliera, è
scontro sul Policlinico

policlinico, Messina, Archivio

È stato presentato ieri a Palermo in VI Commissione Ars dall’assessore Lucia Borsellino il nuovo piano di riordino della rete ospedaliera, con la dotazione di posti letto in tutte le strutture della regione. A Messina sono stati assegnati 2623 posti letto, rispondendo almeno nella forma numerica alle proposte provenienti dai singoli enti sanitari. Tra le novità, per quanto riguarda l’Asp, il mantenimento dei punti nascita di Lipari e Mistretta e la chiusura della cardiochirurgia dell’ospedale di Taormina. L’azienda Papardo-Piemonte ha da parte sua annunciato un potenziamento dei posti letto assegnati a quest’ultimo nosocomio nell’area della Medicina generale e della Chirurgia. Fronte caldo invece quello che riguarda il Policlinico universitario: ieri in Commissione il prorettore vicario Scribano ha rivendicato all’Ateneo un ruolo primario nelle scelte riguardanti le unità operative e la ripartizione interna dei posti letto, auspicando che il decreto assessoriale contenga solo l’assegnazione del contingente complessivo rinviando al successivo atto aziendale i dettagli operativi. Intanto il Piano avrebbe “dimenticato” la Dermatologia e l’Unità di terapia intensiva pediatrica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X