Sabato, 15 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Garofalo: «Contrario all’arresto». È polemica in casa Ncd

enzo garofalo, Messina, Archivio

 Il garantismo di Enzo Garofalo, che nella qualità di deputato sarà chiamato a dire la sua sulla richiesta d’arresto di Genovese. E la richiesta di giustizia senza se e senza ma dei giovani del Nuovo Centrodestra. È una vera e propria spaccatura quella che si consuma all’interno del partito di Angelino Alfano in riva allo Stretto (tra l’altro Alfano sarà proprio domenica in città per la prima assemblea). Ad accendere il dibattito è quanto dichiarato da Enzo Garofalo sull’affaire Genovese. «Sono da sempre contrario alla custodia cautelare –afferma – nella ipotesi in cui non ricorrano i presupposti che la rendono necessaria ovvero: pericolo di reiterazione del reato, pericolo di fuga e inquinamento di prove. Ascolterò con attenzione la relazione di Leone, cui il presidente designato La Russa ha dato incarico di redigere l’istruttoria sul caso Genovese all'interno della giunta per le elezioni e le immunità parlamentari. E, nella ipotesi in cui non risulti vi siano i presupposti della custodia, voterò contro l’arresto». In ogni caso, aggiunge Garofalo, «voterò così secondo coscienza perché ritengo che un uomo possa essere privato della sua libertà personale solo ed esclusivamente quando le sue responsabilità sono state giudizialmente accertate. Se fosse accertato il sistema “corsi d'oro” io ne sarei stato la prima vittima dal momento che politicamente ho affrontato molte battaglie contro Genovese. Ma quella per il garantismo non deve conoscere colore politico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X