Mercoledì, 19 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Area Pedonale, furti e danneggiamenti

isola pedonale, Messina, Archivio
area pedonale

E’ un tunnel senza uscita quello dell’inciviltà, una pesante mannaia che pende continuamente sulla testa di una città che tenta faticosamente di risollevarsi. E mentre c’è chi lavora in questa direzione c’è puntualmente chi prova a distruggere. L’area pedonale Cairoli ne sta diventando un esempio lampante. E così fra polemiche, manifestazioni e qualche momento di tensione qualcuno si è adoperato per abbellire l’isola e renderla più accogliente. Ma subito, come nella migliore tradizione, sono entrati in azione ladri e vandali. L’ultimo episodio la notte scorsa. Qualcuno ha smontato ed ha portato via una panchina  sistemata in via 27 Luglio dal titolare della gioielleria Cafeo. Valore economico  irrisorio ma proprio per questo il gesto appare del tutto inqualificabile. La panchina era stata allestita proprio per rispondere all’appello del sindaco Accorinti che aveva chiesto ai commercianti di fornire il loro contributo per arredare l’area.  Sull’episodio indagano i Carabinieri che acquisiranno le immagini delle telecamere di videosorveglianza della gioielleria. Solo qualche giorno fa alcuni teppisti avevano danneggiato le panchine di un vicino negozio di abbigliamento. Un altro gesto gratuito di assoluta inciviltà che va ad aggiungersi al danneggiamento di alcune biciclette trasformate in fioriere in via Dei Mille. Un trend che non sembra potersi interrompere se non saranno adottate iniziative. I commercianti chiedono all’amministrazione comunale che vengano installate delle telecamere per scoraggiare teppisti e malviventi. In caso contrario si rifiuteranno di arredare ulteriormente l’area. Proprio ora che il clima si stava rasserenando giunge quest’altra tegola. Proprio ieri nell’assemblea che si è tenuta Palazzo Zanca fra l’assessore alla viabilità Cacciola e le associazioni dei commercianti si è deciso di proseguire nell’esperimento. Su quest’aspetto sono tutti d’accordo. Ma la Confcommercio insiste nell’apertura dell’isola solo nel fine settimana, soluzione impraticabile per l’amministrazione comunale. Giovedì nuovo incontro per discutere le proposte di modifiche ma intanto l’invito a tutte le componenti ad abbassare i toni  per il momento sembra sia stato raccolto. Finalmente un po’ di buon senso, necessario dopo le gravi minacce rivolte all’assessore Cacciola per le quali gli stessi commercianti hanno già rivolto la loro solidarietà all’esponente della giunta Accorinti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X