Mercoledì, 12 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Un “big” dei rifiuti
alla corte di Accorinti

alessio ciacci, messinambiente, Messina, Archivio

  È stato “Personaggio Ambiente italiano dell’anno” nel 2012, assessore del comune più virtuoso d’Italia nella gestione dei rifiuti, Capannori, in provincia di Lucca. E adesso sbarca a Messina, nominato dal sindaco Renato Accorinti e voluto fortemente dal city manager Antonio Le Donne, che con lui ha condiviso l’esperienza amministrativa in Toscana, apripista nella strategia “Rifiuti zero”. Il 34enne Alessio Ciacci, lucchese e considerato un esperto a livello nazionale, è il nuovo commissario di MessinAmbiente e succede al dimissionario Armando Di Maria, che ha lasciato durante la lunga assemblea dei soci conclusasi mercoledì notte. Ciacci sarà molto più di un liquidatore, su di lui Accorinti punta a occhi chiusi per il rilancio della gestione dei rifiuti, a partire dalla raccolta differenziata e dall’abbattimento dei costi, che dovrà tradursi in una drastica riduzione delle bollette Tares per tutti i cittadini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X