Martedì, 27 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Risanamento, la Regione stanzia 11 milioni
MESSINA

Risanamento, la
Regione stanzia
11 milioni

risanamento, Messina, Archivio

“Non rappresenteranno un decisivo rilancio del risanamento della città ma è un buon  inizio”. Sono parole dell’assessore regionale alle infrastrutture Nino Bartolotta, messinese, che sin dal suo insediamento si sta battendo per una città che necessita di attenzioni particolari, sia nella realizzazione di infrastrutture che nel miglioramento del sistema trasporti. Dopo essersi impegnato nel reperimento dei fondi per la realizzazione della nuova via Don Blasco dando l’annuncio, proprio ieri, che il prossimo 24 luglio potrà essere bandita la gara d’appalto da 27 milioni di euro, l’assessore Nino Bartolotta è riuscito a far destinare a Messina quasi 11 milioni di euro per il risanamento. La maggior parte di questa cifra, 7 milioni e 400 mila euro, sarà destinata all’acquisto di nuovi alloggi da destinare agli aventi diritto in graduatoria, il che si presume siano demolite delle baracche. Un po’ come avvenne circa tre anni fa con gli alloggi acquistati dal comune a Pistunina dove furono sistemati quei nuclei familiari che vivevano a Fondo Saccà. L’auspicio è che l’area che le aree liberate dalla baracche non diventino come quella tra le vie S. Cosimo e Maregrosso. In questa direzione, la spesa di 773 mila euro per sbaraccare e riqualificare l’area di Fondo Fucile. Con i restanti 2 milioni e mezzo è prevista invece la realizzazione di opere di presidio e di urbanizzazione primaria nell’area di Tremonti-Ritiro. Tra gli interventi autorizzati, i lavori di realizzazione di un campo di calcetto nell’area adiacente la Parrocchia S. Paolo Apostolo di Camaro San Paolo.    Si potrà quindi concretizzare un impegno che il presidente della regione Crocetta prese con il parroco e i giovani  in occasione di una visita nel villaggio. Da li, l’incarico dell’assessorato alle infrastrutture dato al genio Civile per la progettazione dell’opera che adesso può andare in appalto. “Interventi questi che non sono sufficienti a dare risposta alle tante aree ancora in stato di degrado – afferma Bartolotta - ma lavoreremo di concerto con la Giunta Accorinti e con il consiglio comunale affinché si possano al più presto programmare ed utilizzare concretamente le ulteriori risorse”.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook