Martedì, 11 Dicembre 2018
SANITÀ

Meno posti letto,
più efficienza
contro la “fuga”
dalla sanità messinese

sanità, Messina, Archivio

 Rimodulazioni nel numero complessivo dei posti letto e una seria riorganizzazione delle specialità e dei servizi in sinergia con tutte le strutture territoriali per eliminare sprechi e inefficienze. Che bruciano risorse lasciando scoperti settori cruciali al punto da indurre i messinesi a cercare fuori provincia cure per un costo complessivo di 240 milioni di euro. È la ricetta del governo regionale, riassunta nel nuovo piano di riordino della rete ospedaliera, presentato dall’assessore siciliano Lucia Borsellino durante la seduta straordinaria della VI Commissione Sanità dell’Ars, riunitasi nella sede messinese dell’Asp, in vista del prossimo voto sul provvedimento. Saranno tagliati – precisa la Borsellino – circa 50 dei 2700 posti letto esistenti. Rassicurazioni per l’ospedale di Taormina, mentre si prevede il mantenimento del solo punto nascita di Lipari.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X