Venerdì, 18 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Le bare “dimenticate”
andranno al campo
d’inumazione

bare in deposito, Messina, Archivio

 Saranno avviate all’inumazione in campo comune le salme giacenti nel deposito del Gran Camposanto per le quali i congiunti non effettueranno nei tempi previsti la scelta di una sepoltura. Non si tratta di una minaccia, ma della semplice esecuzione di una norma di legge richiamata nel provvedimento, emesso giusto un anno addietro dal dirigente del Dipartimento Domenico Manna, con il quale si da disposizione di procedere alla collocazione gratuita in campo comune dei feretri dopo sei mesi di permanenza in deposito. Provvedimento che però fino ad ora non ha trovato piena attuazione per un’eccessiva “bon - tà” da parte degli uffici cimiteriali, nel lasciare tempo alle famiglie di trovare – in una circostanza così indubbiamente delicata e in un momento in cui effettivamente le opzioni di scelta sono molto limitate –la collocazione più adeguata per le spoglie dei propri cari. Una disponibilità della quale però in troppi si approfittano, permettendosi di abbandonare per mesi se non per anni le bare in un edificio che ha finito col diventare una tomba “di fatto”, con ben 600 casse collocate in ogni angolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X