Venerdì, 18 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Ancora in libertà
accoltellatore di
San Valentino

accoltellatore, Messina, Archivio

Rischia di rimanere impunito il ferimento della notte di San Valentino davanti ad una discoteca di via Don Blasco. Una banale lite fra due giovani, per uno sguardo di troppo,  finita con una coltellata al volto di un 23enne al quale sono stati applicati 120 punti di sutura. Il ragazzo, dopo essere stato sottoposto ad intervento al Papardo è stato dimesso ed è potuto tornare a casa in un popoloso quartiere della zona sud. Sentito dagli uomini della Squadra Mobile non ha saputo però fornire indizi utili all’identificazione dell’accoltellatore. Gli investigatori gli hanno mostrato la foto di un sospettato ma il giovane non ha riconosciuto in quell’immagine il suo aggressore. E nessuno dei presenti quella sera  nel locale lo avrebbe visto bene in faccia. Indagini ferme dunque al punto di partenza anche se adesso è più chiara la dinamica dei fatti. A scatenare il diverbio sarebbe stato uno sguardo troppo sostenuto fra i due. Dalle testimonianze raccolte non ci sarebbe di mezzo nessuna ragazza ma solo quest’atteggiamento non gradito aduno dei due che  è uscito fuori dalla discoteca, forse per procurarsi il taglierino, quindi è tornato davanti al locale ha atteso che il 23enne uscisse e lo ha colpito con  una coltellata in pieno volto. L’aggressore è fuggito mentre  il giovane sanguinante è stato accompagnato in ciclomotore al Piemonte e da lì in ambulanza al Papardo. I genitori chiedono ora maggiori controlli delle forze dell’ordine fuori e dentro le discoteche dove spesso negli ultimi anni si sono verificate liti ed aggressioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X