Lunedì, 10 Dicembre 2018
MESSINA

Sfregiato a S.Valentino
caccia all'aggressore

Un apprezzamento fin troppo esplicito, uno sguardo di troppo e poi le coltellate. Sarebbe stata la gelosia ad armare la mano del giovane che la notte di San Valentino ha sfregiato al volto un 23enne messinese. Una, due, tre coltellate che gli sono costati 120 punti di sutura e sfregi permanenti. Il ragazzo è ora ricoverato nel reparto di Chirurgia plastica del Papardo dove sarà sottoposto ad intervento chirurgico.

Negli uffici delle Volanti della Polizia,nella caserma Calipari, continua invece il  via vai di giovani presenti quella notte nella discoteca di via Don Blasco dov’è iniziata la lite poi sfociata in tragedia all’esterno del locale. Gli investigatori sanno cercando di risalire all’autore del gravissimo gesto ma finora con pochi indizi. Determinante sarà la testimonianza della vittima che però  non è stata ancora sentita perchè non in grado di parlare.

Pochi dubbi invece sul movente. Sembra che il 23enne messinese abbia rivolto in pista qualche frase ad una ragazza. Ne sarebbe scaturito un diverbio con il fidanzato della giovane fino all’intervento di alcuni amici che li avrebbero separati.  Quando il ragazzo ha lasciato la discoteca per tornare a casa è stato raggiunto dal rivale che lo ha avvicinato e senza dargli il tempo di reagire lo ha colpito al volto con un coltello. Poi è fuggito mentre il 23enne soccorso dagli amici è stato trasportato in ambulanza al Papardo. Quando in via Don Blasco sono giunti gli agenti delle Volanti praticamente non hanno trovato più nessuno. Gli amici del 23enne erano tutti al Papardo, alcuni sono stati sentiti subito ma nessuno al momento ha saputo indicare il nome del feritore. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X