Mercoledì, 19 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Policlinico, stavolta
protestano gli infermieri

protesta infermieri, Messina, Archivio

5.545euro e 90 centesimi. Da restituire entro 15 giorni, a fronte di uno stipendio che va dai milleduecento ai milletrecento euro. Una cifra impossibile, per gli infermieri del Policlinico. Sono i soldi dell’indennità di rischio che sulla base del vecchio contratto i lavoratori hanno preso fino a poco tempo fa. E che adesso l’azienda non gli riconosce più, in forza di una sentenza che ha respinto le richieste dei lavoratori e dichiarato che non hanno diritto a percepire queste indennità extra per i rischi legati al tipo di lavoro che fanno ogni giorno. Rischio legato al fatto di avere a che fare con pazienti potenzialmente infetti. Cancellato da questa pronuncia, anche se confermato da altre, simili. Al di là del caso specifico, la cosa che ha fatto arrabbiare i lavoratori e li ha spinti a scendere in piazza insieme al sindacato Usb, è il fatto che il Policlinico non solo non pagherà più questi soldi, ma vuole addirittura indietro quelli pagati in passato.  

In sostanza il Policlinico oltre a non riconoscere più queste somme ai lavoratori, ha scritto una lettera in cui chiede indietro i soldi già pagati negli ultimi dieci anni. Gli infermieri hanno già risposto con i loro avvocati, Fernando Rizzo e Andrea Vadalà, contestando la richiesta che a loro giudizio non è supportata dalla sentenza alla quale fa riferimento. Intanto però la richeista è partita, l’aria si è fatta pesante, i lavoratori sono sul piede di guerra. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X