Giovedì, 24 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
PALAZZO ZANCA

Nell’ufficio di gabinetto
del sindaco Accorinti
riecco Antonio Ruggeri!

ruggeri antonio, Messina, Archivio

A volte ritornano, verrebbe da dire. Nell’ufficio di gabinetto del sindaco Accorinti, dal 1. gennaio, tornerà a prendere servizio Antonio Ruggeri. Proprio lui, il pluri-incaricato dei quattro anni e mezzo di amministrazione Buzzanca: capo di gabinetto, dirigente “a tempo”, amministratore delegato prima e commissario poi dell’Ato3, vice-commissario nell’ufficio speciale per l’alluvione, giusto per citare i più importanti ruoli ricoperti. Proprio lui, Antonio Ruggeri, coinvolto in più di un’inchiesta giudiziaria: dall’utilizzo “allegro” del furgone dell’Ato3 all’abuso d’ufficio per i troppo repentini passaggi di carriera sempre all’Ato, fino all’arresto del gennaio di un anno fa per peculato, con l’accusa di aver incassato una buona uscita da commissario liquidatore dell’Ato di 136 mila euro, nonostante si fosse impegnato a svolgere l’incarico a titolo gratuito. Proprio lui, dunque, Antonio Ruggeri, figura tra le dodici unità assegnate al servizio “Amministrazione e Affari generali” dell’ufficio di gabinetto del sindaco dal dirigente dell’ufficio stesso, Giovanni Bruno. La determina, particolare importante, viene firmata il 18 dicembre e specifica che però Ruggeri è «sospeso dal servizio giusta determina del 23 gennaio 2013». L’ex fedelissimo di Buzzanca, infatti, era stato sospeso proprio pochi giorni dopo il suo arresto, con tanto di avvio di un procedimento disciplinare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X