Venerdì, 16 Novembre 2018
MESSINA

Accorinti-Calabrò: il
duello continua al Tar

accorinti-calabrò, Messina, Archivio

Due ricorsi, altrettanti contro-ricorsi, memorie aggiuntive, quattro avvocati in campo per un “duello” che solo apparentemente si è concluso il 25 giugno scorso, con la proclamazione a sindaco di Renato Accorinti. Il duello tra il professore pacifista e Felice Calabrò proseguirà infatti domani, con la prima tappa della “co - da” elettorale al Tar di Catania. Qui si discuterà il primo dei due ricorsi (di cui Calabrò non ha mai assunto la paternità) presentati per chiedere l’annullamento della proclamazione a sindaco di Accorinti ed una nuova verifica dei risultati delle elezioni. In particolare è stata fissata a domani l’udienza in cui si discuterà il ricorso presentato a luglio dall’avvocato Silvano Martella, per conto di Alessia Currò, Giovanna Venuti e Giovanni Cocivera (quest’ultimo candidato al consiglio comunale nelle file del Pd). A difendere Accorinti, con un controricorso, l’avvocato Arturo Merlo, socio di studio di Marcello Scurria e componente del collegio di difesa del Comune. A novembre, poi, è arrivato a sostegno del ricorso di Martella un intervento con motivi aggiunti degli avvocati Andrea Scuderi e Giovanni Mania per conto di Salvatore Versaci, che da Calabrò era stato designato assessore proprio in campagna elettorale. Si discuterà il 30 gennaio, invece, il secondo ricorso, presentato da Eleonora Falduto, Giovanni Smedile e Rita Todaro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X