Martedì, 22 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
AREA STRETTO

Metromare a fine mese
termina servizio

metromare, Messina, Archivio
metromare

La lettera delle istituzioni locali di Messina, Reggio Calabria e relative province, inviata lo scorso 15 novembre al Ministero dei Trasporti, non ha sortito alcun effetto. La proroga per il servizio di collegamento veloce scadrà il 31 dicembre e nessun segnale ufficiale arriva dal Governo nazionale sulla copertura finanziaria e le modalità di pubblicazione del nuovo bando. Senza bando non si potrà procedere nemmeno ad una nuova proroga ma solo ad un affidamento diretto del servizio che rischierebbe di produrre tagli alla forza lavoro e soppressioni di collegamenti già insufficienti”  Ce n’è abbastanza per spingere l’Orsa Sicilia a dichiarare lo stato di agitazione di tutto il personale Bluferries ed ex Metromare .

Per Mariano Massaro e Michele Barresi dell’ OR.SA  il silenzio romano è solo una tattica per giungere all’eliminazione irreversibile del servizio essenziale.   Il Governo Letta –secondo l’organizzazione sindacale- vorrebbe riservare ai cittadini siciliani e calabresi un sistema di trasporti da terzo mondo.

  La definitiva soppressione del servizio ex Metromare, produrrebbe, secondo l’Orsa, la perdita di 120 posti di lavoro fra marittimi e indotto. Sarebbero già pronte le lettere di licenziamento per tutti i dipendenti dell’ex consorzio.  Da qui la necessità di una mobilitazione massiccia dei lavoratori  pronti a spostari fino a Roma per manifestare. Ma questa volta, chiedono Massaro e Barresi, con il sindaco Accornti in testa al corteo per sostenere le istanze dei suoi concittadini.


 

 

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X