Mercoledì, 12 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
ISOLE PEDONALI

Viabilità nuova
e poi il varo

Prima della rivoluzione della isole pedonali, bisogna cambiare le abitudini degli automobilisti. Altrimenti sarà il caos.
Dopo l’ultima riunione con i rappresentanti dei commercianti e del quarto  quartiere, adesso l’amministrazione sembra pronta a fare scattar la fase uno della pedonalizzazione del centro città.
L’assessore Cacciola ha varato con la polizia municipale un piano che consenta di smistare su altre vie il traffico che attraversa l’area di pIazza Cairoli che sarà , e su questo non c’è dubbio, chiuso alle auto.
Due le vie nelle quali sarà invertito il senso di marcia. Si tratta della via Centonze che sarà utilizzata in direzione sud e dove sarà piazzato anche un semaforo all’incrocio con la Tommaso Cannizzaro.
L’altro cambio di senso avverrà per la via Risorgimento che potrà essere percorsa anch’essa verso sud. Tutto questo per bilanciare i flussi che all’interno del quadrilatero erano soprattutto verso Villa Dante.
Cacciola si è riservato con l’ingegner Pizzino, dirigente della viabilità, una decisione sul doppio senso di marcia sulla Cesare Battisti dove potrebbe essere sfruttata la via preferenziale, per la quale però era previsto anche lo spazio per la pista ciclabile.
Questi cambi nella viabilità avverranno già nei prossimi giorni. Giusto il tempo di piazzare la segnaletica ed il semaforo e poi si parte. Il tutto mentre il quadrilatero di Piazza Cairoli, prossima isola pedonale, resterà comunque percorribile dalle auto.
Insomma prima i messinesi impareranno che ci sono anche vie alternative e poi per necessità dovranno percorrerle, perché senza altenrative.
Il tutto si inserisce nel piano di valorizzazione dei parcheggi senza la quale tutti gli sforzi, tutti i tavoli, tutte le proposte rimarrebbero sperdute come una piccola isola nell’oceano del traffico.
CAPPELLO ISOLE PEDONALI
Dopo le ultime riunioni con i commercianti gli assessori Panarello o e Cacciola sono pronti a varare il primo step della realizzazione dell’isola pedonale.
Un paio di importanti variazioni alla viabilità del centro cittadino saranno avviate già nei prossimi giorni. 
L’inversione del senso di marcia di Via Centonze e Risorgimento sarà utile ad abituare gli automobilisti alle novità dell’isola che nascera nel quadrilatero di piazza Cairoli.   

Prima della rivoluzione della isole pedonali, bisogna cambiare le abitudini degli automobilisti. Altrimenti sarà il caos.Dopo l’ultima riunione con i rappresentanti dei commercianti e del quarto  quartiere, adesso l’amministrazione sembra pronta a fare scattar la fase uno della pedonalizzazione del centro città.L’assessore Cacciola ha varato, con la polizia municipale, un piano che consenta di smistare su altre vie il traffico che attraversa l’area di pIazza Cairoli che sarà , e su questo non c’è dubbio, chiuso alle auto.Due le vie nelle quali sarà invertito il senso di marcia. Si tratta della via Centonze che sarà utilizzata in direzione sud e dove sarà piazzato anche un semaforo all’incrocio con la Tommaso Cannizzaro.L’altro cambio di senso avverrà per la via Risorgimento che potrà essere percorsa anch’essa verso sud. Tutto questo per bilanciare i flussi che all’interno del quadrilatero erano soprattutto verso Villa Dante.Cacciola si è riservato con l’ingegner Pizzino, dirigente della viabilità, una decisione sul doppio senso di marcia sulla Cesare Battisti dove potrebbe essere sfruttata la via preferenziale, per la quale però era previsto anche lo spazio per la pista ciclabile.Questi cambi nella viabilità avverranno già nei prossimi giorni. Giusto il tempo di piazzare la segnaletica ed il semaforo e poi si parte. Il tutto mentre il quadrilatero di Piazza Cairoli, prossima isola pedonale, resterà comunque percorribile dalle auto.Insomma prima i messinesi impareranno che ci sono anche vie alternative e poi per necessità dovranno percorrerle, perché senza altenrative.Il tutto si inserisce nel piano di valorizzazione dei parcheggi senza la quale tutti gli sforzi, tutti i tavoli, tutte le proposte rimarrebbero sperdute come una piccola isola nell’oceano del traffico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X