Venerdì, 16 Novembre 2018
CALCIO

Messina-Cosenza
patron Lo Monaco
sprona i suoi

messina-cosenza, Messina, Archivio

Nella passata stagione sono stati acerrimi nemici, un testa a testa risolto proprio dalla sfida del S. Filippo con uno 0-0 che diede ai giallorossi la promozione virtuale. A pochi mesi di distanza, la sfida si ripete, stesso obiettivo, e cioè la Lega Pro Unica, ma, in questo momento, posizioni di classifica diametralmente opposte. I silani, profondamente rinnovati nello spirito e nell’organico dopo il ripescaggio estivo,  guidano con sicurezza la graduatoria forti di un consistente ruolino esterno mentre i peloritani annaspano al penultimo posto con una sola vittoria in nove partite.Gerarchie che cominciano ad avere un peso specifico importante ma che domani, almeno per 90 minuti, potrebbero essere capovolte perché in molti  si aspettano un Messina capace di risalire la corrente e dare filo da torcere anche alle migliori. Il tecnico Catalano dovrebbe andare sul sicuro puntando sugli elementi più esperti. Non ci saranno lo squalificato De Bode, fermo 2 giornate, e l’indisponibile Maiorano che potrebbe rivedersi nella prossima trasferta di Gavorrano. Scontata la conferma del sistema di gioco con la riproposizione del 3-5-2. Al centro di questo nuovo progetto c’è l’ex Mirko Guadalupi, l’elemento dotato di maggiore classe e chiamato ad illuminare il gioco dei giallorossi. Il Cosenza ha fin ora ottenuto 6 vittorie, la metà delle quali in trasferta e 2 pareggi a fronte di una sola sconfitta quella nel derby di Lamezia. La tradizione è nettamente favorevole al Messina che in casa contro i lupi si è sempre fatto rispettare. Unica vittoria in riva  allo stretto è datata 1949, altro dato significativo in una delle classiche del calcio meridionale. Ci si attende una buona cornice di pubblico anche se i 10mila di aprile rimarranno un unicum. La radiocronaca integrale della partita sarà proposta domani dalle 14.15, come di consueto, da Antenna dello Stretto, esclusivista di tutte le partite del Messina. 

A caricare la formazione giallorossa ci ha pensato il patron Pietro Lo Monaco che, analizzando il momento delle due squadre, ha ufficializzato. durante la lunga conferenza stampa tenuta al S.Filippo, il deferimento di Parachì. Il giovane esterno di Giostra non avrebbe rispettato il regolamento interno e di fatto, adesso, è ai margini e nel prossimo mercato potrebbe essere ceduto.Lo Monaco spera che domani il Messina possa dare una svolta al torneo offrendo una prestazione di spessore proprio contro la capolista Cosenza.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X