Venerdì, 07 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Risanamento: così saranno spesi 42 mln
MESSINA

Risanamento: così
saranno spesi 42 mln

risanamento, Messina, Archivio

 Ed ecco  quello che l’ing. De Cola ha scritto a Palermo: i primi 27 milioni verranno impiegati per interventi a Santo Bordonaro (due cantieri con lavori già in corso, uno per 65 alloggi da 11,7 milioni di euro e uno da 50 per quasi 8 milioni) e a Minissale (40 alloggi, 7,2 milioni di euro, progetto esecutivo ancora da appaltare). Si tratta, come l’assessore specifica, di iniziative appena riavviate, grazie al superamento avvenuto solo nei mesi scorsi delle perplessità sollevate dal Genio Civile. Non risolti invece i problemi suscitati sempre da quest’ultimo ente nello scorso aprile in merito ad altre progettazioni riguardanti tre interventi ancora a Minissale, per 70, 60 e 44 alloggi, rispettivamente da 6,2, 4,9 e 4,5 milioni di euro. Le somme recuperate, pari a quasi 15 milioni, verranno impiegate secondo un ordine di priorità che vede al primo posto l’ambito E, con il progetto da 6 milioni per via Taormina 1. lotto (lato monte), 25 alloggi e 4 botteghe oltre ad opere di urbanizzazione che comprendono anche il miglioramento della viabilità d’accesso al Policlinico universitario. Gli altri progetti riguardano l’ambito G-Minissale, con la sistemazione della viabilità nell’alveo del torrente (2 milioni) e poi alcuni adempimenti legati al completamento di opere già eseguite, come il centro civico polifunzionale di S. Lucia (51.748 euro per espropriazioni). L’amministrazione chiede poi risorse per due fondamentali obiettivi: da un lato l’acquisto di alloggi già realizzati (5 milioni di euro) con i quali dare risposte immediate senza i tempi biblici dell’edilizia pubblica, e dall’altro la demolizione di baracche libere (1,5 ) milioni, intervento essenziale per evitare nuove occupazioni all’infinito. A questi vanno poi aggiunti gli altri 11 milioni di euro già assicurati entro l’anno in corso che verranno destinati allo sbaraccamento di Fondo Fucile dove verrà realizzata un’area verde, mentre per i residenti verranno assegnati alloggi già costruiti altrove.

L'articolo completo lo trovate sul nostro giornale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook