Mercoledì, 19 Settembre 2018
MESSINA

Zona falcata,
salta l’accordo

zona falcata, Messina, Archivio
zona falcata

Il Comitato portuale dice no al protocollo d’intesa per il rilancio e lo sviluppo della Zona falcata di Messina e chiede che il testo dell’accordo – che dovrebbe essere firmato il 31 ottobre dal presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e dal presidente dell’Autorità portuale Antonino De Simone – venga riveduto e corretto al più presto. All’interno del Comitato sono rappresentati tutti gli enti territoriali, tra i quali il Comune, la Provincia regionale (seppur commissariata), la Capitaneria di porto, l’Agenzia del Demanio, la Soprintendenza, il Genio civile e poi le varie categorie produttive, le organizzazioni datoriali e sindacali, le rappresentanze dei lavoratori e degli agenti marittimi.
Dell’accordo faticosamente raggiunto nei giorni scorsi vengono contestati alcuni punti fondamentali: il tentativo di ridare funzioni all’Ente Porto che dovrebbe invece solo essere soppresso; l’ipotesi, considerata impercorribile, di azzerare ogni richiesta risarcitoria nell’ambito dell’annoso contenzioso tra Authority ed Ente autonomo regionale; il mancato coinvolgimento della Capitaneria di porto, del Comune e del “vero” titolare delle aree della Falce, cioè l’Agenzia del Demanio. Il presidente dell’Authority Antonino De Simone si dice, comunque, fiducioso: «Troveremo una soluzione condivisa».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook