Mercoledì, 19 Settembre 2018
MESSINA

Pensionati morti
sulla A20, quattro
rinvii a giudizio

Rinviati tutti e quattro a giudizio i dirigenti e i funzionari del Cas, il Consorzio autostrade siciliane, che erano in carica quando avvenne l’incidente mortale - il 21 febbraio 2011 -, in tangenziale, verso Palermo, poco prima del casello di Villafranca, che costò la vita a due pensionati a bordo di una Mazda 2: il 71enne Nino La Rosa, originario di Milazzo e residente a Pace del Mela, ex autista di pullman, e il 78enne Elia “Lillo” Malara, di Lipari, ex impiegato postale. La decisione è del gup Daniela Urbani, che nel primo pomeriggio di ieri ha concluso l’udienza preliminare disponendo il processo con l’accusa di omicidio colposo per funzionari e i dirigenti del Cas a vario titolo erano responsabili gerarchici della tratta in questione in quel periodo: Letterio Frisone, Gaspare Sceusa, Carmelo Cigno e Antonino Spitaleri. Sono stati assistiti dagli avvocati Valter Militi, Giuseppe Pustorino e Antonino Pillera. Il processo inizierà davanti al giudice monocratico della seconda sezione penale il prossimo 7 luglio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook