Mercoledì, 21 Novembre 2018
MESSINA

C’è un’inchiesta su
presunti brogli elettorali

Cosa è successo nelle varie sezioni elettorali speciali sparse per la città durante le operazioni delle ultime amministrative di giugno, che sono un bacino di voti non indifferente, ovvero tra case di riposo per anziani, case di cura, ospedali, dove c’erano una gran quantità di persone? C’è stata qualche “manina” che ha concretamente indirizzato preferenze di gente parecchio in là con gli anni, ottantenni e novantenni, guidando concretamente la mano dell’elettore verso qualche candidato a sindaco o in consiglio comunale? C’è stato qualcuno che ha approfittato della poca presenza di spirito di anziani o malati costretti a letto, per fare “di tasca propria”? Sono questi gli interrogativi al centro di una nuova e clamorosa inchiesta aperta dalla Procura che per uno dei filoni d’indagine è diventata “visibile” in questi giorni per un motivo ben preciso, ed è al centro di una “disfida” tra Procura e Ufficio gip sul tema delle esigenze cautelari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X