Giovedì, 20 Settembre 2018
PALERMO

Verso le città
metropolitane ed il
referendum

città metropolitana, Messina, Archivio

'Il nuovo disegno di legge sulle città metropolitane verrà presentato oggi all' Ars. Diamo inoltre il via libera al patto dei sindaci e prevediamo di avviare un'occupazione minima di 20 mila posti di lavoro''. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta in conferenza stampa. ''Noi stiamo pensando solo a fare uscire - ha aggiunto - la Sicilia dalla crisi. Siamo in regola con la programmazione dei fondi europei, dobbiamo impegnare solo 350 milioni di euro entro la fine dell'anno. Forse sarà il primo anno che la Sicilia non presenta solo il 10% fondi europei investiti. Ma farà il 90%.'' ''Con il ddl sulle città metropolitane - ha detto- siamo precursori rispetto al governo nazionale. Il bilancio va avanti lo stabiliremo la prossima settimana''. ''Non ci sono comuni cancellati ma vengono istituiti i municipi metropolitani - ha concluso - Il capo della municipalità si chiamera' presidente e non sindaco''.

''Chiederemo ai cittadini appartenenti alle tre aree metropolitane dei Catania, Messina e Palermo, tramite consultazione referendaria di esprimersi su quale sia la citta' metropolitana a cui vogliono appartenere'' Lo afferma l'assessore alle Autonomie locali Patrizia Valenti, illustrando il ddl governativo per l'istituzione e l'ordinamento delle citta metropolitane di Catania, Messina e Palermo. La bozza approvata ieri dall'esecutivo prevede l'accorpamento per 52 Comuni, e tre super governatori di area vasta a Palermo, Messina e Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook