Giovedì, 13 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Tremestieri i tempi
saranno rispettati

Sulla piena disponibilità delle invasature si gioca in gran parte il piano che l’amministrazione comunale vorrà adottare per scongiurare che migliaia di tir all’anno invadano il centro città. A parte la fase iniziale, dopo l’inaugurazione avvenuta nell’aprile 2006, il bacino di Tremestieri troppo volte è stato utilizzato a mezzo servizio se non chiuso completamente a causa delle condizioni meteo marine avverse. Inoltre, dopo le violenti mareggiate del 2010, la rottura e il crollo della parte terminale della diga protettiva lo resero ancora più vulnerabile ogni qualvolta soffiava il vento di scirocco. La pulizia dei fondali ogni volta che le invasature erano colme di sabbia solo un intervento tampone per scongiurarne la totale chiusura che, però, in alcuni casi, è stata inevitabile. Adesso sembrerebbe che le opere di rifacimento del braccio protettivo volgano al termine. Così come garantito all’Autorità portuale dalla ditta veneta che se le è aggiudiucate. Confermata per il prossimo dicembre la consegna dei lavori che prevedono la posa di 60 pali sui fondali rocciosi, sopra i quali realizzare la nuova diga. Di questi ne restano da posare solo 15, praticamente la chiusura del braccio, quella che si dirige verso il litorale. Da quando si è riusciti a trovare la giusta metodologia per perforare la roccia, pochi gli intoppi riscontrati, se non il tempo necessario da dover impiegare per ogni singola posa. Quindi, se le previsioni saranno rispettate, da gennaio entrambi gli scivoli potranno essere utilizzati dalla bidirezionali di Caronte&Tourist, Blueferries e Meridiano. Potranno essere implementate le corse in modo da dimezzare i tempi di attesa evitando così gli eventuali incolonnamenti nella chiocciola. Insomma, tra 4 mesi, poco più, tutto il traffico pesante da e per il continente potrebbe essere assorbito dagli approdi a sud evitando l’invasione nelle strade del centro.  Ma questa è una storia che ai messinesi raccontarono anche 7 anni e mezzo fa. Con un risultato che è ancora sotto gli occhi di tutti.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X