Martedì, 18 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Ecopass, ufficio speciale
e nuovi accordi

In generale sulla questione ecopass l’amministrazione Accorinti vuole accendere i riflettori, per capire se qualcosa in più poteva essere fatta e se qualcosa in più si può ancora fare. Comesi agirà? Qualche spunto, se non addirittura qualche anticipazione, può scorgersi nell’interrogazione presentata proprio da uno dei consiglieri comunali “accorintiani”, Luigi Sturniolo. Che ad esempio invita l’amministrazione «a porre in essere tutti gli adempimenti burocratici necessari a predisporre un Ufficio speciale che eroghi un serviziosvolto in continuità, che controlli e verifichi l’operato delle società di navigazione, in applicazione di quanto disposto dal Comune». E proprio l’Ufficio speciale potrebbe essere il primo dei provvedimenti adottati dall’amministrazione Accorinti per riprendere in mano in modo deciso la questione ecopass. Non è escluso che, come suggerito dallo stesso Sturniolo, vengano riviste le convenzioni adottate con le società di navigazione stesse. Accordi siglati il 29 maggio 2010 tra il Comune e le compagnie Rfi Spa, Meridiano Lines srl, Terminal Tremestieri srl, Caronte & Tourist Spa, per la gestione “in via sperimentale” dei tagliandi e della riscossione. «Il Comune ha mai esperito dei controlli sull’operato delle società?» è la domanda che pone Sturniolo.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X