Martedì, 25 Settembre 2018
MESSINA

Stazione Camaro,
RFI e Regione
per la soluzione

camaro, Messina, Archivio

Il primo obiettivo è stato raggiunto. Mai un assessore regionale, RFI, e poi l’amministrazione comunale si erano ritrovati in quest’area.

L’ultimo treno dalla stazione di Camaro è passato dodici anni fa. Invece dieci giorni fa l’incendio che ha terrorizzato un intero quartiere in piena notte. Un maldestro tentativo di furto di rame ha fatto rischiare il peggio e naturalmente riacceso i riflettori su quest’area. Due i piani di intervento che sono stati individuati dall’Assessore Nino Bartolotta, e dal direttore tecnico di RFI Sicilia che oggi hanno trovato sui luoghi tre capigruppo del centrosinistra, l’associazione cittadinanzattiva ed il consigliere della Terza Circoscrizione Alessandro Cicciotto che ha sempre puntato  sulla riqualificazione di questa striscia disegnata fra i binari. Il primo piano d’intervento è quello immediato, quello del contingente. Episodi come quelli del 13 agosto non devono più avvenire. Per questo anche un nuovo varco nei pressi della casa cantoniera è stato aperto, creando una nuova via di fuga.  RFI ha preso l’impegno di tenere in condizioni di sicurezza l’area ed i cittadini della zona saranno vigili a che la parola sia mantenuta.  L’altra partita riguarda il futuro di quest’area. Qui la vicenda potrebbe, dodpo dodici anni, finalmente ad una svolta. Ad RFI l’area non interessa più , o meglio non è più utilizzabile per scopi di mobilità su rotaia. Per questo  è pronta a dismettere l’area. I passaggi burocratici e programmatici verso il riutilizzo dell’area deve avvenire in maniera puntuale. A fine settembre RFI presenterà alla Regione una mappa dell’aree che possono essere messe per cosi  dire a reddito. Fra queste c’è anche la ex stazione di Camaro. Una volta definita queste aree – e ce ne sono altre in provincia – saranno gli enti locali, leggi i comuni o eventualmente i privati a poter presentare i progetti per poter chiederne il trasferimento e la nuova destinazione d’uso. L’obiettivo è quello di poter accedere, per finanziare la trasformazione, ai fondi strutturali 2014- 2020 che scatteranno a Maggio. Intanto un gruppo di architetti ha consegnato all’assessore Bartolotta un progetto realizzato un paio di anni fa, per la realizzazione di una green way, una striscia nel verde che consentirebbe di attraversare la citta da Camaro a Gazzi, a piedi, in bici ma anche mezzi elettrici. E se divenisse una via ecologica ed alternativa al tram?

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X