Mercoledì, 19 Settembre 2018
RMESSINA

Scongiurata emergenza
ma serve aiuto della Regione

mazzarrà, Messina, Archivio
discarica mazzarrà

La riunione nella sede messinese di Tirrenoambiente ha portato i frutti sperati. È stata scongiurata la nuova emergenza rifiuti, ma è stata soprattutto tracciata una linea comuni dai sindaci di Messina e Mazzarrà per risolvere definitivamente il problema. Chiederanno a Crocetta i soldi che servono per completare i nuovi impianti di selezione e

 smaltimento e trasformazione dei rifiuti.

L’aut aut di questi giorni di Tirrenoambiente non nasce  per la mera necessità di incassare i crediti dovuti, ma perché senza quei soldi non si terminerà  quell’impianto di bioselezione e biostabilizzazione che darebbe nuova vita a Mazzarrà.

Il termine è perentorio ad ottobre, con i ritmi attuali di conferimento, la discarica sarà satura e verrà chiusa.

Resterebbero senza una destinazione i rifiuti di qualcosa come 91 comuni, di cui 71 delle  messinesi ato 2 ed  ato 3. Oltre che Messina finirebbe in ginocchio anche tutta la costa tirrenica e le Eolie oltre che qualche comune del palermitano.

Tirrenoambiente ha in questi anni autofinanzianto la costruzione dell’impianto di bio stabilizzazione e selezione per dieci milioni di euro. Gli altri dieci che servono per il completamento però Tirrenoambiente non li ha e devono venire fuori da quella montagna di crediti che vanta. Intanto insieme a Palazzo zanca chiede aiuto a Crocetta  

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook