Mercoledì, 16 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
EX STAZIONE CAMARO

Notte di paura
per un incendio

Notte di paura per gli abitanti di Camaro Superiore per un incendio che si è sviluppato all’interno della vecchia galleria ferroviaria ormai in disuso che ha tenuto impegnati i Vigili del Fuoco per cinque ore fino alle sette del mattino. Fiamme e fumo acre che hanno costretto le forze dell’ordine ad evacuare un’ex casa cantoniera abitata da due famiglie. A causare il rogo centinaia di chili di rame che qualcuno aveva strappato all’interno della vecchia galleria. Nel tentativo di eliminare la guaina di gomma che avvolge il metallo è stato appiccato il fuoco ma le fiamme si sono propagate velocemente all’interno del tunnel. Un primo allarme era stato lanciato dagli abitanti della zona intorno a mezzanotte quando si è diffusa una forte puzza di bruciato. I Vigili del Fuoco però, dopo un sopralluogo,  non hanno trovato  nulla di anomalo.  Alle 2,20 il secondo intervento. Questa volta però dal lato di Camaro della galleria ha iniziato ad uscire del fumo, altissime colonne che in poco tempo hanno avvolto l’intera zona comprese alcune abitazioni.  Il fumo, che ha reso l’aria irrespirabile  in particolare ha raggiunto l’ex casa cantoniera. Vigili del Fuoco e Polizia hanno soccorso i componenti  di due nuclei familiari portandoli all’esterno. Nella zona si è scatenato il panico poiché non si riusciva a conoscere l’origine dell’incendio. Qualcuno parlava di sostanze tossiche, altri di vecchi vagoni ferroviari in disuso che stavano bruciando nella galleria.  I Pompieri hanno avuto grosse difficoltà ad entrare in galleria per via dei cancelli chiusi a chiave, installati da RFI. Solo quando è stato aperto un cancello e sono stati inseriti dei motoventilatori per sospingere il fumo fuori dalla galleria, è stato possibile svelare l’arcano. Solo alle 6 si è scoperto che le fiamme erano state provocate da una gran massa di cavi di rame incendiati. Sul posto è giunto anche il comandante dei VVF, l’ing. Salvatore Rizzo che ha coordinato gli interventi compresi l’assistenza alle persone evacuate. Alle 7 l’incendio è stato domato e le famiglie sono potute tornare nelle loro abitazioni dopo una notte di paura.

Quanto accaduto all’interno della galleria della ex stazione ferroviaria di Camaro, dimostra ancora una volta che l’area ferroviaria dismessa nel 2001 deve necessariamente essere ripresa e consegnata alla città, piuttosto che marcire nell’abbandono Lo sostiene oggi il  consigliere della Terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto che in merito il 7 gennaio scorso aveva inviato una nota all’Assessore Regionale alle Infrastrutture e Trasporti Nino Bartolotta.L’assessore mostrò interesse per la proposta di Cacciotto ed assunse il preciso impegno informale di fare rivivere l’ex stazione.Nelle prossime settimane il consigliere circoscrizionale contatterà nuovamente l’Assessore Bartolotta, per cercare di avviare un iter che conduca alla rinascita della ex stazione ferroviaria di Camaro.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X