Sabato, 15 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Incidente tangenziale
indagato automobilista

incidente smedile tangenziale, Messina, Archivio

Un sorpasso o una manovra azzardata avrebbe causato l’incidente sulla tangenziale nel quale ieri pomeriggio è morto l’idraulico 35enne Paolo Smedile. L’uomo, sposato solo da un anno, viaggiava su uno scooter Password che si è scontrato con una Citroen C3 condotta da un 60enne. Dopo essersi schiantato contro il guard rail, sul viadotto Camaro, Smedile è stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico dove un’ora dopo, intorno alle 20, il suo cuore ha cessato di battere.

Da ieri la Polizia Stradale è al lavoro per ricostruire una dinamica che presenta ancora parecchi punti oscuri. Per ora il sostituto procuratore Anna Maria Arena, ha disposto il sequestro dei due mezzi ed iscritto nel registro degli indagati, con l’ipotesi di reato di omicidio colposo l’autista dell’automobile. Da quanto emerso dopo le prime verifiche della Polstrada  Paolo Smedile viaggiava nella corsia di marcia mentre la Citroen C3 lo stava sorpassando poco prima della galleria Spadalara. E’ stato a questo punto che c’è stato l’impatto fra i due mezzi.  Qualcosa è accaduto durante il sorpasso. Quel che è certo è che il Malaguti Password è sbandato finendo contro la barriera protettiva a sinistra mentre il 35enne ha sbattuto violentemente la testa contro il guard rail sulla sua destra. Inutili si sono rivelati tutti i tentativi di salvargli la vita da parte dei medici del Policlinico.  Meno di un mese fa, il 9 luglio un altro scooterista, il 53enne Gaetano Cucinotta è morto dopo essere caduto all’interno della galleria Telegrafo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X