Mercoledì, 26 Settembre 2018
MESSINA

Chiedevano assunzioni
in cantiere edile
2 in manette

marco la torre, salvatore broccio, Messina, Archivio

Volevano essere assunti da un’impresa edile di Tortorici che sta ristrutturando l’ex palazzo dei Servizi sociali di via Felice Bisazza di proprietà del Comune.  Settimane di minacce ed intimidazioni nei confronti del capocantiere e del direttore dei lavori finchè non sono intervenuti i Carabinieri che hanno arrestato per tentata estorsione due giovani di Gravitelli. Si tratta di Marco La Torre, 28 anni e Salvatore Broccio, 29 entrambi già noti alle forze dell’ordine.

Subito dopo l’avvio dei lavori nell’edificio i due si erano presentati più volte presso i responsabili del cantiere chiedendo di essere assunti ma la risposta era sempre stata negativa. Col tempo i toni si sono  incattiviti. La Torre e Broccio hanno iniziato a minacciare gli interlocutori: “Se non volete farlo per noi, lo faccia per i nostri amici che sono in galera”. Un messaggio chiarissimo che i due responsabili non hanno recepito. Ma intanto nel cantiere hanno iniziato a verificarsi ripetuti furti di materiale che sono stati subito denunciati. E quando i Carabinieri si sono appostati nei pressi dell’edificio di via  Bisazza  hanno notato La Torre e Broccio aggirarsi con fare sospetto. Lunedì scorso li hanno visti parlare in tono agitato con capocantiere e direttore dei lavori ed hanno capito che stava accadendo qualcosa. Avvicinati dagli investigatori i responsabili del cantiere non hanno potuto che ammettere le pressioni suite per ottenere l’assunzione. Marco La Torre e Salvatore Broccio sono quindi stati arrestati per tentata estorsione. Arresto già convalidato dal gip Giovanni De Marco.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X