Giovedì, 24 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Dal torrente Trapani
allo Scoppo, torna
l’incubo incendi

incendi, Messina, Archivio

 Il caldo non ancora soffocante di questo primo scorcio di luglio sembrava dovesse lasciare indenne la città dall’incubo incendi di ogni anno. E invece la tregua è finita nel primo pomeriggio di ieri, quando dalla campagna sovrastante il torrente Trapani si è propagato un vasto incendio che, attraversando la collina, ha raggiunto lo Scoppo. Una enorme nube di fumo ha prima ammorbato il viale Regina Margherita per poi invadere pian piano la zona centro nord della città. Tanto che alcuni cittadini, allarmati dall’acre e persistente odore di bruciato, hanno chiesto ripetutamente informazioni al centralino dei vigili del fuoco. L’intervento proprio dei vigili del fuoco (quattro le squadre impegnate), affiancati dalla Forestale, è durato diverse ore. Priorità è stata data, ovviamente, alle zone più vicine alle abitazioni: quelle maggiormente minacciate nell’area dello Scoppo. Disagi sono stati avvertiti anche in autostrada, nei pressi dello svincolo di Boccetta, dove il fumo ha invaso la galleria. Non è ancora possibile, ovviamente, quantificare il danno e individuare l’origine esatta dell’incendio, anche se come purtroppo siamo stati abituati,  la matrice dolosa non viene affatto esclusa. Basta poco, poi, in giornate come quella di ieri caratterizzate da un vento caldo, per allargare il raggio d’azione di un incendio nato “piccolo” e conclusosi solo dopo aver attraversato interi pezzi di una collina spesso utilizzata per il pascolo, per fortuna senza danneggiare molti alberi. Cronaca di ogni anno, che fa riemergere antichi problemi, comprese le croniche carenze d’organico dei sempre encomiabili vigili del fuoco.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X